ARRIVEDERCI STAN

Stan-LeeStanley Martin Lieber, al secolo Stan Lee, grande vecchio dei fumetti e ormai figura semi-mitologica della cultura pop, è morto all’età di 95 anni, rivela il sito Tmz.

Creatore di personaggi indimenticabili come SpiderMan, X-Men, Black Panther e I Fantastici Quattro, Stan Lee era egli stesso un supereroe per i fan di tutto il mondo.

La figura di Stan Lee è senza dubbio fondamentale nel mondo della cultura pop visto che la sua Marvel Comics, insieme alla Dc Comics, ha fondamentalmente tenuto a galla e poi lanciato definitivamente il mondo dei fumetti, traghettandoli da intrattenimento di nicchia per bambini a cultura di massa.

Il suo sorrisone, i suoi cameo in molti films e il suo atteggiamento allegro lo hanno col tempo trasformato in una sorta di “nonno nerd” che tutti guardavano con simpatia, ma la sua figura è da sempre molto più sfaccettata di così.

Per certi versi la persona di Lee ricorda quella di Steve Jobs, un personaggio amato da molti ma con ombre che i suoi detrattori non vedono l’ora di tirare fuori al momento giusto.

Secondo un lungo articolo di Daily Beast negli ultimi anni, specialmente nel periodo successivo al decesso della moglie, sarebbe stato “spolpato dagli avvoltoi”.

Anno dopo anno si sarebbe infatti circondato di personaggi poco raccomandabili che avrebbero sottratto ingenti somme di denaro dai suoi conti mascherandoli dietro investimenti fatti a suo nome e altre situazioni poco piacevoli di ricatti e società a scatole cinesi. Purtroppo è il rischio che si corre quando sei una persona con un sacco di soldi e pochi amici rimasti in vita.

Ti può piacere anche ...

1